Albert

Solo quelli che sono così folli da pensare di cambiare il mondo, lo cambiano davvero. (Albert Einstein)

"Non sono andato via , sono lì, sento, osservo e guardo, dobbiamo cambiarlo questo Paese è ognuno di voi deve fare la propria parte." (Beppe Grillo)

Sport a Vico Equense, protesta silenziosa.




E' una protesta silenziosa quella che arriva dal mondo dello sport di Vico Equense. E' la protesta di tutti coloro i quali credono che fare sport nella nostra città sia un diritto che ogni amministrazione comunale dovrebbe sempre garantire. Agevolare la pratica sportiva vuol dire far crescere le nuove generazioni con i sani principi che legano in un connubio perfetto sport e amicizia, lealtà e rispetto delle regole.

Da anni oramai il palazzetto dello sport, unica grande struttura sportiva comunale ed altre strutture di proprietà dell’Ente (palestre scolastiche) non risultano pienamente fruibili, come invece sempre avvenuto e garantito. Eppure le leggi nazionali, lo statuto comunale, il regolamento comunale ed il buon senso, indicano chiaramente che garantire e favorire la pratica sportiva è un dovere della pubblica amministrazione.

Purtroppo invece, nella nostra città, nonostante le annuali promesse, tutto rimane anno dopo anno immutato. I nostri giovani i nostri atleti, le nostre società-associazioni e tutti coloro che amano lo sport, per poterlo praticare e/o vedere devono farlo in complessi-strutture private, nelle pubbliche piazze (quando concesse) o peggio devono recarsi in altri comuni per poter usufruire di strutture pubbliche adeguate.

Le immagini del palazzetto dello sport mostrano una struttura sempre incompleta-precaria. Solo chi ha trascorso momenti belli della propria giovinezza lì dentro sa quanto male fa vedere il posto felice in cui si è cresciuti, completamente dimenticato da chi avrebbe il dovere, in nome e per conto dei cittadini, di curarsene.

Nel 2015 e nel 2017, come gruppo Attivisti 5 Stelle, abbiamo segnalato e richiesto interventi tesi a garantire la piena fruibilità delle nostre (i proprietari degli immobili siamo tutti noi cittadini che versiamo regolarmente le tasse) strutture sportive comunali, a favore di tutti coloro che ne hanno titolo, nessuno escluso, senza vincoli, restrizioni e soprattutto favoritismi di qualsiasi natura.

Come quasi sempre accaduto, ci siamo scontrati con un muro di gomma, le nostre richieste non hanno avuto il riscontro atteso, tutto è rimasto invariato.
Palazzetto dello sport fruibile parzialmente e, non per effettuare eventi sportivi e sociali di rilevanza, altre strutture comunali non fruibili per contestabili (cosa già ufficialmente fatta agli uffici comunali preposti) motivazioni.
Fare sport a Vico Equense usufruendo in modo completo di tutte le strutture pubbliche comunali, rimane un desiderio e soprattutto, un diritto negato.

Riteniamo che la voce dei nostri sportivi e di tutti coloro che amano lo sport, vada ascoltata.
Per questo non smetteremo di evidenziare e ricordare, a coloro che amministrano la cosa pubblica i propri impegni e i propri doveri nonché, nell’interesse pubblico, di agire. 

Segnaletica Stradale


Al fine di rendere la nostra città sempre più vivibile, migliorarne l’immagine consolidata di destinazione turistica di qualità nonché, esprimere ed evidenziare il malcontento di turisti, imprenditori e cittadini,  come gruppo Attivisti 5 Stelle, abbiamo ritenuto opportuno e doveroso nell'interesse pubblico, inviare la seguente nota agli uffici comunali tesa alla richiesta di interventi di messa a norma, manutenzione, sostituzione, ammodernamento e potenziamento, della segnaletica stradale di proprietà comunale.



Al Sindaco Città di Vico Equense
Al Comando di polizia Municipale
-Sede-



PREMESSO

• Che l’esigenza di tutela e fruizione delle strade è particolarmente avvertita nella Città di Vico Equense sia per l’ immagine consolidata di destinazione turistica di qualità, sia per la fruizione paesaggistiche dei luoghi;

• Che la cura della segnaletica nelle città rende la misura del grado di rispetto e attenzione per la sicurezza e la vivibilità dei cittadini ;

CONSIDERATO

• Che molti cittadini hanno segnalato la mancanza di adeguata segnaletica, in diversi tratti stradali del territorio;

• Che molti cittadini hanno segnalato le difficoltà in cui incorrono spesso i turisti, che ignari della larghezza di alcune strade spesso si incastrano con i loro veicoli, determinando danni agli stessi e pericolo per l’incolumità degli occupanti;

• Che l’art. 14 comma 1 del Codice della strada dispone che :

« Gli enti proprietari delle strade, allo scopo di garantire la sicurezza e la fluidità della circolazione, provvedono:

a) alla manutenzione, gestione e pulizia delle strade, delle loro pertinenze e arredo, nonché delle attrezzature, impianti e servizi;

b) al controllo tecnico dell’efficienza delle strade e relative pertinenze;

c) alla apposizione e manutenzione della segnaletica prescritta.»

VISTO 

• Che Il controllo tecnico della segnaletica previsto dagli artt. 37 e 38 del Codice della strada consiste nella delicata e costante azione che l’Ente deve assicurare per mantenere a livello ottimale le condizioni di manutenzione e di efficienza della segnaletica stradale nella sua più ampia accezione;

• Che all’Ente proprietario, in forza delle richiamate norme spetta la ricognizione di tutta la segnaletica esistente e del suo stato di manutenzione e di efficienza;

• Che sulla base dei criteri fissati dall’articolo 208, commi 2 e 4 del Codice della strada, gli Enti proprietari di strade, quali le Province e i Comuni, sono tenuti a determinare annualmente con delibera della giunta le quote dei proventi delle sanzioni amministrative pecuniarie da destinare al miglioramento della circolazione sulle strade, al potenziamento e alla manutenzione della segnaletica stradale;

• Che la carenza dei segnali stradali, la loro irregolare apposizione, nonché l’insufficiente stato di manutenzione comportano inevitabilmente responsabilità dei soggetti preposti;



Chiede

- Nell’interesse pubblico di porre in atto ogni intervento utile al fine di provvedere in tempi celeri alla manutenzione, al ripristino e/o all’implementazione della segnaletica stradale nelle strade comunali;

- Di segnalare adeguatamente i tratti stradali di larghezza corsia ridotti rispetto alle misure previste dalla norma, onde evitare che coloro che vengono nella nostra città, perché attratti dalla nostra offerta turistica di qualità oppure dalle nostre bellezze paesaggistiche-naturalistiche, ignari, possano danneggiare i propri veicoli o peggio possano mettere a repentaglio la propria incolumità, generando di conseguenza contenziosi e giudizi negativi sulla nostra vivibilità.